Tag Archives: bambini

Halloween party!

Per tutti i bambini che in questi giorni stanno allestendo in casa uno scenario da brivido, ecco una piccola sezione per la notte più spaventosa dell’anno!

halloween party 2

 

Cappelli da strega, addobbi, trucchi, accessori fluorescenti e tantissimi libri da leggere con gli amici alla luce di una torcia!

halloween party 3

Da non perdere la collana Curci editore dedicata a “cattivi, fantasmi, streghe” nell’opera lirica… da leggere, guardare e ascoltare!

halloween party 4

Bianca e il Rubasogni all’Inconfagiò di Camponogara


10377473_391351694347007_2136996251562244703_n

Una domenica da sogno per Ohana e l’illustratore di Bianca e il Rubasogni Alessandro Coppola: letta la storia ai numerosi bambini presenti all’evento, abbiamo iniziato il laboratorio per costruire le bacchette magiche per realizzare i nostri sogni!

IMG_20141005_144559101

Lo stand di Famiglie e Abilità ci ha ospitati per l’evento che ha coinvolto grandi e piccini nella creazione di queste meraviglie magiche e colorate!

IMG_20141005_143219116_HDRIMG_20141005_143207456

I bambini hanno disegnato o scritto un grande sogno, l’abbiamo arrotolato stretto stretto e infilato nella bacchetta.


IMG_20141005_143222354

 

Poi hanno realizzato le punte con cartoncini colorati lucidi e come tocco finale abbiamo aggiunto una cascata di nastri!IMG_20141005_143211018_HDR

Concorso di disegno: “Il sogno che vorrei realizzare è…”

REGOLAMENTO
1. Finalità:
Il portale “Bambini a Venezia”, Alessandro Coppola e Luca Nocella, autori del libro illustrato “Bianca e il Rubasogni”, e l’Associazione “Famiglie e Abilità”, bandiscono il concorso di disegno al fine di avvicinare i bambini al tema della diversità, in particolare dell’autismo e di trasmettere loro un insegnamento vitale: non abbandonare mai i propri sogni.

2. Tema dei disegni:

I bambini sono invitati a realizzare un disegno con tema “Il sogno che vorrei realizzare è…” Per la realizzazione, i bambini si possono ispirare all’avventura vissuta da Bianca nel libro “Bianca e il Rubasogni”, acquistabile nelle migliori librerie.

3. Tempo e modalità di partecipazione:
La partecipazione è gratuita. Il concorso si aprirà il 15 settembre, ed è rivolto ai bambini/ragazzi dai 3 a 14 anni. Le opere insieme alla scheda di registrazione compilata in tutti i suoi punti (scaricabile qui) dovranno pervenire entro il 15 novembre 2014.

4. Dimensione e tipologie dei disegni:
Ogni partecipante può presentare un solo disegno. Il formato richiesto è A4 (21×29,7 cm), sia verticale che orizzontale, realizzato su carta o cartoncino con qualsiasi tecnica. Non verranno presi in considerazione altri formati o montaggi con passepartout. Si prega di indicare sul retro il nome e il cognome del bambino, ed eventualmente il titolo del disegno. Nel caso in cui l’opera venga inviata in formato digitale deve rispettare le seguenti indicazioni: risoluzione 300 dpi in formato jpg, nominando il file in questo modo: NOME_COGNOME.jpg

5. Modalità di invio:
– Tramite posta, in busta chiusa presso: Gentiana Neron, Via Candia n°11, 30126 Lido di Venezia, VE
– Tramite mail, all’indirizzo: gentiana@bambiniavenezia.it
In entrambi i casi, sarà necessario allegare sempre, la scheda di registrazione.

6. Criteri di selezione e premiazione:
La giuria, composta dagli autori del libro illustrato “Bianca e il Rubasogni” e dagli enti organizzatori del concorso, selezioneranno dodici (12) opere che andranno a comporre un calendario illustrato per il 2015. La premiazione dei disegni avverrà il 29 novembre (luogo da definirsi), evento al quale  verranno invitati tutti i bambini e durante il quale sarà allestita un’esposizione delle opere più meritevoli. Tutte le opere inviate saranno pubblicate on-line sul portale “Bambini a Venezia” a partire dal mese di dicembre.

7. Informazioni e quesiti:
Eventuali chiarimenti o info potranno essere chiesti via mail a: gentiana@bambiniavenezia.it.
Per aggiornamenti visitare il sito www.bambiniavenezia.it o seguite la pagina Facebook: http://www.facebook.com/BambiniVenezia

8. Diritti sull’opera:
Partecipando al concorso, si concede il diritto esclusivo di pubblicazione delle opere all’interno del calendario, nonché la riproduzione su qualsiasi supporto e dimensione per i fini promozionali del concorso, senza aver nulla a pretendere come diritto d’autore. Gli organizzatori del concorso si impegnano a citare sempre il legittimo autore. I diritti sull’opera rimangono di proprietà del portale “Bambini a Venezia”.

10492411_10204840703321160_1932596018544822127_n

Feste all’aperto

Nonostante le piogge e gli sbalzi di temperatura di questi mesi che ci fanno pensare che l’autunno si sia confuso e sia arrivato al posto dell’estate, la voglia di festeggiare all’aperto non manca. Le occasioni in estate si moltiplicano e i fortunati che riescono ad organizzare l’evento con un po’ di amici (mettetevi d’accordo prima di stabilire le ferie, così avrete più adesioni!) possono contare su scenari ben diversi dal salotto di casa o dalla sala di un ristorante.

Alcune mamme veneziane hanno scelto i patronati, altre i giardini e qualcuna ha pensato di venire in libreria in caso di maltempo.

Ma qualsiasi sia la vostra scelta ci sono alcuni dettagli che possono rendere il vostro compleanno davvero unico e speciale!

10390349_10152234901993138_2889313318723971072_n

Prendo spunto da una mamma che ha pensato di organizzare la festa a tema Rapunzel, con tanto di dress code, lunghe parrucche luminose, la proiezione del film e il lancio delle lanterne! Da brava organizzatrice di eventi ha raggiunto il suo scopo creando un’atmosfera magica nel giardino del palazzo in cui vive. I bambini poi si sono divertiti tantissimo a creare un grande quadro collettivo, colorato, originale e assolutamente da appendere in cameretta!

Per prima cosa chi sta preparando la festa dovrebbe studiare molto bene il luogo in cui questa si svolgerà: segnare tutti i pro e i contro e i servizi a disposizione (va bene essere all’aperto, ma il bagno più vicino dov’è? C’è corrente elettrica?). Altre questioni pratiche legate all’ambiente sono: candele di citronella (adeguatamente collocate e messe in sicurezza) e tutto ciò che riesca a tenere lontane le zanzare;

copertura in caso di pioggia;

5a0fb4ba9a8fbb2bc723a3e048c0bdc2luci in caso di festa serale; 

65ea01fda1986a0628de59175b94340a

ombrelloni in caso di festa di giorno;

77833fa2b923e7884bbb33c27b69e5c5

 

eventuale protezione solare da tenere a disposizione.

Una festa a misura di bambino.

0c194c8b647eff6e82f1713484900e6e

 

Troppo spesso confondiamo i compleanni con occasioni per riunire la famiglia che si trasformano in eterni pranzi con pochissimi bambini e molti adulti, senza giochi o attività che non siano una noiosa sfilata di pacchetti che i bambini dimenticano appena li scartano. Se la festa è per un bambino è sacrosanto che sia incentrata su di lui e che le riunioni con i parenti siano fatte in un altro momento o in altro modo. Il protagonista deve essere il bambino e deve esserlo grazie ad un programma studiato per lui e con lui che comprenda attività e giochi e la presenza di persone che con affetto gioiscano del suo divertimento e siano lì per lui.

Il regalo più grande non si può incartare.

Le mamme, i parenti e gli altri ospiti grandi possono e devono avere il loro momento di relax e di divertimento, ma tutto ciò è possibile solo se i bambini sono in grado di stare insieme in autonomia, grazie a ciò che è stato organizzato. Trovo inutile e fastidioso per tutti che i bambini, segregati in una cameretta e chiaramente annoiati, debbano andare continuamente nella sala dove sembra che si stia svolgendo la vera festa, a interrompere le sonore chiacchiere degli adulti, per attirare un po’ di attenzione e avere qualcosa da fare.

Probabilmente io sono stata abituata in modo molto diverso e certe cose non le capisco.

Le mie prime feste (le ricordo dai 3 anni) erano in campagna, lontane dai bambini che frequentavo in città, sicuramente con più adulti che bambini, ma con un giardino a disposizione per rincorrere gli amichetti che rivedevo dopo l’inverno, provare la bici nuova aiutata dagli amici dei miei, tanti fogli per i miei disegni, cibo a volontà (era già di grande interesse per me), i regali erano ovviamente molto apprezzati, ma la vera esperienza positiva era sentirmi parte di una bella compagnia riunita lì per me.

Se l’unico momento di attenzione che un bambino riceve è quando scarta i regali non stupiamoci che misuri l’affetto in quantità di pacchetti.

Dalle elementari in poi le mie feste, sempre nella location country che amavo, si trasformarono includendo giochi di abilità, gimkane, quiz, musica e balli, in questo mia mamma è sempre stata fenomenale. Settimane prima decidevo la compilation con lei e, armate di doppio registratore, creavamo la colonna sonora del mio compleanno…. in bagno, che avevamo stabilito fosse la stanza con l’acustica migliore. Ecco, la qualità del suono in realtà lasciava alquanto a desiderare (tanto che ancora oggi se sento una registrazione audio pessima dico che è stata fatta in bagno), ma la scelta dei pezzi era unica e personalissima: da Billy Idol ai Rolling Stones, passando per gli Eurythmics,  i Queen, gli U2 e… le canzoni dei cartoni animati! Beati anni ’90. Poi insieme decidevamo i giochi (i quiz però restavano segreti, altrimenti non potevo partecipare!) e il menu, mentre gli inviti spettavano a me (dal design alla consegna).

Sono tutt’oggi le feste migliori che io ricordi… e non ho idea di cosa mi abbiano regalato!

Esempio di gimkana e altre attività ginniche.

d75f3f9a83f9fb55034bdc63126bce88

Età partecipanti: dai 5 anni. Si dispongono sul percorso alcuni ostacoli da superare scavalcandoli o passandoci sotto, un sentiero di mattoni, o piastrelle o col gesso si disegnano sassi raggiungibili con passi lunghi o saltelli; si passa al salto della corda, al mezzo giro in bici e si finisce cercando di colpire i birilli con la palla. Vince chi fa tutto il percorso senza errori nel tempo migliore. Durata: 30′.

IMG_12445051NN_POV_AS_fpo_370x270_Outdoor_party_games_kids

Esempio di quiz.

indovinelli-per-bambini-586x390

Età partecipanti: almeno uno di 6-7 anni che sappia scrivere e leggere per squadra (capogruppo).

Viene consegnata ad ogni squadra una lavagna e dei gessetti. L’organizzatore legge le domande (che spaziano da geografia, storia, musica, film, libri, cibo, animali,…) e i concorrenti scrivono le risposte sulla lavagna. Il primo che scrive la risposta corretta vince. Durata: 30′.

Varianti: si legge un libro ad alta voce e si fanno poi domande legate alla trama, ai personaggi o alle immagini.

Esempio di gioco. Attacca la coda.

attacca-la-coda-halloween

Età dei partecipanti: dai 4 anni.

Si disegna prima la forma di un animale (oppure si può fare un’attività dedicata e crearlo insieme) e a parte si ritaglia la coda che il giocatore di turno deve riuscire ad attaccare nel punto giusto, bendato e con il solo aiuto dei bambini che gli danno le indicazioni: giù, su, a destra, a sinistra. Si può usare il velcro, le calamite o il nastro adesivo (avendo la precauzione di usarne uno di carta per non rovinare la sagoma). Durata: 15′.

Esempio di attività artistica.

7c9212163cc4ab651e3ea022adb2eb18

Età dei partecipanti: dai 2 anni.

Una grande tela (tipo lenzuolo) e colori da dita per bambini, abiti sporcabili o grembiuli da lavoro e poi spazio alla creatività!

Varianti: tante tele con cavalletti e colori da dita, pastelli a cera, pennarelli super lavabili; una tovaglia di cotone Giokit con i pennarelli, da colorare tutti insieme mentre si aspetta la torta (poi si lava e torna bianca); un grande cartone, ritagli di carta colorata e colla stick per un collage collettivo;

22ddfd7c2431703354cf0cc4db1a74c31000-1260246963-marielle-bazard-nappes---465fx349f720472e58e374d695acf88870dba643b

Caccia al tesoro.

article-new-ehow-images-a07-js-fl-treasure-hunt-ideas-kids-party-800x800

Età consigliata: dai 3 anni.

Uno dei giochi più divertenti e versatili di sempre: si nascondono indizi che rimandano l’uno all’altro in modo che il bambino trovi infine un tesoro. Si può giocare a squadre o da soli, con indicazioni scritte o immagini (per i piccini), e il tesoro può essere un forziere di dolci o di regalini.

Photobooth.

0324a34098864423024ef9ff9396e744

Per tutti, un modo divertente e originale di ricordare la giornata: un angolo dedicato alle fotografie, accessoriato a seconda del tema della festa o indipendente, con un fondale colorato e baffi finti, cappellini, antenne, orecchie, parrucche, lavagnette su cui scrivere, maschere e tutto ciò che la fantasia suggerisce.

914b17e702da9474a454e7c087951934

Beatrice Alemagna e i suoi 40×50, o giù di là, di pura poesia

Ma chi è Beatrice Alemagna? Un’illustr-autrice, ovvio!

E quindi cosa sono questi 40×50 di pura poesia? Indovina!

Forse quadri? Sì, ma non solo…

expo-gigantesque-petite-alemagna

Libri allora? Certo, anche…

expo-niche-alemagna

Albi per crescere? Assolutamente, ma anche porte.

Porte? Porte!

E dove portano? Ah, questo è semplicissimo: fuori!

Fuori dove? A Parigi per esempio, con un leone!

Un leone a Parigi? Certo!

Alemagna_UnLeoneAParigi

E che altro c’è oltre la porta? Una cosa…

Una cosa come? Gigantesca, ma anche piccola.

Gigantesca e piccola? Sì, la gigantesca piccola cosa.

31

E cos’è? Un bambino.

Che cos'è un bambino

Mi sembra tutto strano, tutto strambo e mal fatto… Mica solo uno, sono almeno cinque!

Cinque cosa? I cinque malfatti, che domande! 

i-cinque-malfatti-di-beatrice-alemagna-L-sDsWb9

Mamma mia, mi fai girar la testa! Come alla goccia forse?

Che storia è questa? La storia corta di una goccia.

Goccia_copertina copia

Basta, mi fai ammattire, me ne vado! Buon viaggio, piccolino!

Piccolino-cop

Satoe Tone – Aspettando Pipo

Mentre aspettiamo con ansia l’uscita italiana di El viaje de Pipo prevista il prossimo autunno con Kite Edizioni, facciamo un tuffo nel delicato e poetico mondo delle illustrazioni di Satoe Tone.

satoe_tone

Una ragazza giapponese che con il suo sguardo unico, il suo talento e il coraggio di inseguire i propri sogni è riuscita a realizzarsi e a diventare un’illustratrice di punta della casa editrice padovana.

Satoe Tone4

Il tocco minuzioso, la dolcezza delle forme e l’incanto dei paesaggi che riesce a creare immergono il lettore in un soffice universo in cui speranza, forza e coraggio si mescolano come ingredienti di una buona cioccolata calda che lasciano un delizioso sapore.

CIOCCOLATA SATOE TONE

Questo posso farlo è la sua storia: un uccellino che si sente impotente, non crede in se stesso e lotta quotidianamente con le difficoltà della vita. Un uccellino che solo i fiori sapranno salvare, restituendogli un senso.

1318880342-satoe_tone_1

 

Spesso racconta storie di un’amicizia che va al di là del tempo e delle trasformazioni che esso può portare. Quelle amicizie nate quasi per caso, che diventano legami fortissimi e resistono a qualsiasi cambiamento.

PNG_Page_7-2

Anche l’amore si nasconde tra le pagine dei suoi libri, sotto le pennellate blu pervinca di un bosco, negli iridescenti riflessi delle stelle in uno stagno. Nei cuori di un gatto nero e un gatto bianco.

077_dovebattecuore_libro_Page_2

 Per saperne di più guardate il video qui!

Kid Pass Day

La festa per il lancio del nuovo portale per le famiglie Kid Pass è stata meravigliosa!

IMG_20140531_181932

Tantissimi i partecipanti alle numerose attività gratuite organizzate negli spazi del Lab Altobello di Mestre sabato 31 maggio.

IMG_20140531_181346

Anche Ohana, come sapete, ha portato una valigia molto speciale dalla quale sono saltati fuori alcuni giochi e soprattutto dei fantastici libri che abbiamo letto e riletto insieme.

IMG_20140531_182429

Marco Gavagnin e Alessandro Coppola hanno reso uniche con i loro disegni, le letture delle Gufilastrocche che, anche se i bimbi erano più piccoli di quanto ci aspettassimo, sono state apprezzate… e qualcuno ha anche dato una mano ai due super-pazienti illustratori!

IMG_20140531_183758IMG_20140531_183744

Grazie a Kid Pass, al personale di Lab Altobello e ai miei collaboratori per aver reso il pomeriggio di sabato 31 maggio molto speciale!

IMG_20140531_182542

Divertenti e coloratissimi Dou Dou

Eccoli!
Tanti divertenti e coloratissimi Dou Dou, finalmente anche i più piccoli hanno una vasta scelta di stupendi amici morbidi da stringere, strapazzare, baciare, mordere e osservare… mentre leggete loro una favola della buona notte: la sezione si è arricchita di nuovi titoli tutti da scoprire!