Cosa succede se un ragazzino sparisce dal mondo, inghiottito da uno schermo? Che mondo lo chiama a sé forte e ancora più forte. E se quel bambino è abbastanza fortunato e coraggioso può rinascere e innamorarsi perdutamente della vita che lo circonda. Gli basterà aprire bene gli occhi, le orecchie, il naso e la bocca e gli servirà solo toccare la terra per risvegliare i sensi addormentati. La magia della natura farà il resto!

giorno-di-niente_2

L’ultimo straordinario albo di Beatrice Alemagna è dedicato a chi ha perso la strada, a chi si è chiuso in una realtà virtuale e asettica, a chi non comunica e non si ricorda più il rumore dei battiti del suo cuore. La felicità è dentro di noi, possiamo fare cose incredibili se ci tuffiamo!

Età di lettura: dai 5 anni.

Beatrice Alemagna è nata a Bologna nel 1973. Quand’era bambina i suoi eroi erano Pippi Calzelunghe, Marcovaldo, Karlsson sul tetto, Silvestro e Meffi. All’età di otto anni decise che da grande sarebbe diventata una illustratrice e scrittrice di libri, a ogni costo. Dopo aver studiato progettazione grafica e comunicazione visiva all’ISIA, a Urbino, nel 1996 vinse il primo premio del concorso d’illustrazione Figures futures al Salon du Livre et de la Presse Jeunesse – Montreuil; nel 2000, il Prix Attention Talent-Fnac; nel 2002, il Prix Octogones. Nel 2007, ha ottenuto la menzione al Bologna Ragazzi Award. Ha esposto a Bologna, Milano, Roma, Parigi, Monaco, Lisbona, Tokyo e Kyoto. Ha pubblicato oltre quindici album presso i più importanti editori francesi, come Seuil, Autrement et Gallimard. Sue illustrazioni corredano i testi di grandi autori fra cui Apollinaire, Queneau, Huxley, Grossman, Dahl, Rodari. Monde des livres, Elle, Vogue Italia, EpoK, Pages, la Repubblica le hanno dedicato servizi e ritratti.

Project Details

Client:Beatrice Alemagna