In questo libro di Émile Jadoul le immagini ci raccontano il rapporto intimo e delicato tra un bimbo che cresce e il suo papà che lo accompagna, con gesti semplici e affettuosi, nelle piccole scoperte e nelle prime conquiste.

Le parole sono poche e spesso onomatopeiche, a vantaggio delle illustrazioni dell’autore belga che sottolineano la naturale fluidità delle azioni e l’equilibrio e l’armonia del rapporto padre-figlio.

Le mani di papà che sono il naturale  supporto per il bimbo che non è ancora in grado di muoversi da solo ma che cresce sicuro e fiducioso perché sotto la guida di chi lo ama e, anche se piccino, lo aiuta a sperimentarsi, fino a quando si fanno trampolino di lancio per spiccare il volo e fare il primo passo verso l’indipendenza.

Età di lettura: dai 18 mesi.

Émile Jadoul nasce ad Avennes in Belgio nel 1963. Ha studiato all’Accademia di Belle Arti. Vive in una casa in mezzo al bosco circondato da conigli, volpi e persino orsi. Quando non disegna nel suo atelier, tiene corsi di illustrazione.

Project Details

Client:Émile Jadoul