La scoperta di una parola dimenticata all’interno di un vecchio dizionario non è un evento da sottovalutare: all’istante studiosi, professoresse decrepite, ministri e gente comune cominciano a fare a gara a chi la usa di più, e più appropriatamente. Le case e i negozi, i quotidiani e i telegiornali, i marciapiedi e i bus, si riempiono di persone che cimpano, di idee cimpose e cimpissime, esotiche cimpe. Ma non è che tutte le donne e i bambini, gli studiosi, le professoresse, per non parlare dei ministri, stanno solo cercando una parola da usare quando non hanno niente da dire o non conoscono le parole giuste per dire ciò che pensano?

Cimpa di Catarina Sobral è un racconto originalissimo e assai divertente, che con grande semplicità dice molto del nostro linguaggio, come si forma e si trasforma, e sopratutto come lo utilizziamo.

Un libro ideale, dunque, da leggere in compagnia dei bambini che si accostano alla grammatica per la prima volta. Ma di sicuro il suo carattere non-sense e la narrazione ritmata da dialoghi vivaci coinvolgeranno e  divertiranno anche i lettori più piccoli.

Età consigliata: a partire dai 4 anni.

Project Details

Client:Catarina Sobral