In una piccola città al di là del mare, la vita scorreva tranquilla, almeno fino all’arrivo del Sig. Grigio. Nei giocattoli che costruiva era nascosto un grande potere: rubare i sogni e i colori a tutti i bambini…

In “Bianca e il Rubasogni”: la meraviglia, lo stupore e l’inaspettato dietro un apparente mondo interiore vuoto.

“Non abbiamo voluto raccontare l’autismo, che non viene mai citato – spiega l’autore – se non come un pretesto. Nella storia si racconta di un signore che, attraverso dei giocattoli che costruisce, ruba il mondo interiore dei bambini. Quando uno di questi giocattoli arriva nelle mani di Bianca, bambina autistica, dall’ “apparente” mondo interiore vuoto, succede qualcosa che è appunto l’inaspettato. Quindi, io e Alessandro abbiamo voluto raccontare anche la meraviglia e la bellezza nello stereotipo dell’handicap. Di solito la persona disabile viene vista come un mondo a sé, chiuso, privo di creatività e di sogni, privo di colore, mentre invece è una grande sorpresa”.

Età consigliata: a partire da 4 anni

Alessandro Coppola è nato in Sicilia nel 1982, e fin da piccolo mostra una naturale attitudine per il disegno, una passione particolare per i cartoni animati e per i libri di fiabe. Dopo svariati anni di formazioni artistica, nelle scuole pubbliche, un master di specializzazione ed esperienze lavorative diverse, decide di dedicarsi totalmente all’illustrazione, entrando anche a far parte dell’Associazione Italiana Autori di Immagini. Partecipa a svariati concorsi e tramite la Fondazione Malagutti Onlus, per Diritti a Colorinetwork per la salvaguardia dei diritti dei bambini, pubblica le sue due prime opere nel catalogo We are the Future, edito da Red Publishing. Il suo motto è: “L’albo illustrato è la prima galleria d’arte che un bambino visita”.
Luca Nocella è nato nel 1977 a Formia. Fin da ragazzo e poi, proseguendo con gli studi letterari, ha sempre girovagato tra metafore e orizzonti di parole e immagini. Sceneggiatore, poeta, è un personaggio eclettico e forse nemmeno troppo reale.

L’intervista completa a Luca Nocella è qui

Project Details

Client:Luca Nocella, Alessandro Coppola