Nell’America un tempo patria delle tribù pellerossa e dei bufali inizia la costruzione della più imponente e maestosa ferrovia di tutti i tempi, la Transcontinentale della Union Pacific, in grado di collegare la costa est alla costa ovest degli Stati Uniti. Ad alimentare i sogni degli operai intenti a costruire questa sterminata infrastruttura ci pensa Joe, cantore dei saloon, che ogni sera non manca mai di decantare le meraviglie delle terre collocate 80 miglia a ovest, dove parrebbero scorrere fiumi d’oro e nascere dalla terra frutti migliori. Uno dei più assidui ascoltatori di Joe è Billy, un ragazzino di tredici anni affascinato dalle locomotive e desideroso di potere divenire in futuro un grande macchinista. Proprio per inseguire il suo sogno, Billy un giorno decide di scappare di casa e di seguire gli operai e Joe alla volta delle favolose terre 80 miglia a ovest. Inizieranno così tutte le sue avventure, nel corso delle quali troverà nuovi amici, incontrerà personaggi famosi come Buffalo Bill e si imbatterà anche nelle tribù pellerossa ostili alla costruzione della ferrovia. Alla fine, sarà valsa la pena inseguire il grande sogno americano?

Età di lettura: da 12 anni.

Antonio Ferrara è autore, illustratore e formatore esperto. Ha lavorato per anni in una comunità alloggio per minori e oggi tiene laboratori di scrittura creativa per tutte le età. Vincitore del Premio Andersen 2012 con il romanzo Ero cattivo, ha pubblicato inoltre Il segreto di Ciro. È fra gli autori della raccolta di racconti Parole Fuori. Altri suoi libri sono: Puzzillo, gatto gentiluomo, Come i pini di Ramallah, I suoni che non ho mai sentito e Il bambino col fucile.

Project Details

Client:Antonio Ferrara