8098250_2779007

La principessa Aurora avvicinò il dito al fuso e si punse. La maledizione la fece cadere in un sonno da cui nulla riusciva a destarla. La terza fata, scoperto l’accaduto, addormentò immediatamente tutto il regno, compresi gli animali, in modo che tutti al suo risveglio non fossero invecchiati di un giorno.

effet-fishe-eye-2-le-bois-dormait-rebecca-dautremer

Ed è per le strade di questo regno che i due protagonisti di questo albo, illustrato con la solita incredibile maestria da Rebecca Dautremer, camminano, uno narrando e l’altro ascoltando le vicende che portarono ogni essere vivente del luogo a questo sonno secolare.

image_content_18825042_20170324165106

Ed è così che li cogliamo, immortalati nell’attimo dell’assopimento, nella posa in cui l’incantesimo li ha congelati, in attesa di quel bacio leggendario che darà nuova vita ai loro movimenti.

83ef35d9220d2a4123be7583eec21cca

Età di lettura: dai 5 anni.

Rébecca Dautremer è nata a Gap, in Francia, una quarantina d’anni fa. Da circa venti fa l’illustratrice a tempo pieno, lavoro che le è capitato quasi per caso, dopo aver frequentato a Parigi una scuola di grafica a cui si era iscritta per approfondire la fotografia. Ha tre figli, un marito (Tai-Marc Le Thanh) che scrive storie che, a volte, lei poi illustra, ed è stata chiamata anche dallo stilista Kenzo per curare la grafica di alcune linee del marchio. Di lei amiamo lo stile personalissimo e riconoscibile, colori accesi e tratto deciso. La forza comunicativa che nelle sue immagini spesso passa attraverso la cromia, soprattutto perché predilige colori “emotivi” come il rosso. E l’alternanza tra tavole a colori, ricche di dettagli, e disegni al tratto, apparentemente semplici e pulitissimi. Poi, le prospettive mai scontate da cui fa leggere la storia, e lo stesso sguardo disincantato che dà i suoi personaggi, assieme agli elementi caricaturali, a volte ai limiti del grottesco.

 

Project Details